Accusato di molestie su due minorenni, è stato condannato a sei anni di carcere un pensionato di 69 anni. Condanna emessa al termine del rito abbreviato, gli abusi risalgono ai mesi scorsi. Addirittura in un caso avrebbe prima sequestrato una bambina di 9 anni costringendola a subire abusi sessuali e poi, qualche giorno dopo, avrebbe anche importunato in un parco una ragazza di 16 anni. La sentenza, emessa dal gup di Milano, è arrivata a seguito dell'inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dal pm Gianluca Prisco.
Nel primo caso, lo scorso 23 aprile, l'uomo, 69 anni, avrebbe costretto la bimba di 9 anni «a salire a bordo della sua auto» afferrandola per un braccio mentre si aggirava da sola in un parco (da qui l'accusa di sequestro di persona), come si legge nell'imputazione, e l'avrebbe poi portata in un parcheggio isolato, dove la piccola avrebbe subito «atti sessuali». Il 3 maggio scorso, poi, il pensionato, dopo aver visto una adolescente di 16 anni che camminava da sola in strada, si sarebbe prima avvicinato offrendole un passaggio e poi al suo rifiuto l'avrebbe seguita fin dentro un parco e raggiunta su una panchina. Là, sempre stando all'imputazione, l'avrebbe molestata. Ieri è arrivata la condanna per sequestro di persona e violenza sessuale con rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo sulla pena.