AddToAny

giovedì 8 dicembre 2016

"Lost Innocence": pedofilo seriale ha abusato centinaia di minori


BOLOGNA - In oltre dieci anni ha adescato centinaia di adolescenti sia all'uscita da scuola sia attraverso social network come Facebook 

Protagonista della vicenda un quarantenne sudamericano, arrestato dai carabinieri del nucleo onvestigativo di Reggio Emilia che - spiega una nota dell'Arma - hanno "documentato centinaia e centinaia di abusi commessi".



Sino ad ora sono trenta le giovani vittime identificate. L'uomo ha anche "postato" in rete alcuni video dei rapporti sessuali ripresi di nascosto con i giovani. L'inchiesta coordinata dalla Procura di Bologna è stata ribattezzata "Lost Innocence". I carabinieri reggiani hanno ricostruito come in dieci anni l'uomo fosse riuscito a crearsi una sorta di alter ego femminile, "pubblicizzandolo" tra gli adolescenti come una propria cugina particolarmente disinibita. 

Vestito da donna e truccato, dalla finestra della propria abitazione gettava banconote ai minori all'uscita da scuola (alcuni di soli 13 anni), inducendoli a salire in casa e a consumare rapporti sessuali con la "donna dei sogni". Le giovani vittime venivano poi convinte, sempre in cambio di soldi, a reclutare nuovi amici, per quella che pensavano essere una donna.

In base all'indagine dei militari reggiani, coordinati dalla Procura di Bologna guidata dal Procuratore Capo, Giuseppe Amato e svolta dal sostituto Procuratore, Roberto Ceroni, il 40enne - che ha richiesto di ottenere lo status di rifugiato politico poiché a suo dire discriminato sessualmente nel paese di origine - ha fatto cadere nella propria rete decine e decine di minorenni che, in alcuni casi, "marinavano" la scuola per ricevere le prestazioni sessuali della "ragazza" nella cui abitazione si visionavano anche film pornografici. Il 40enne acquistava dai ragazzini foto e video pedopornografici che si faceva spedire tramite Whatsapp e Facebook. Lo stesso Facebook è stato utilizzato dal sudamericano, con falsi profili femminili, per corrompere altri minorenni scelti dopo un'accurata selezione fisica.


Diversi  i luoghi frequentati dal 40enne nella propria versione maschile come parchi pubblici cittadini ed aree sportive parrocchiali della provincia reggiana, in cui si inseriva nelle compagnie di ragazzini pubblicizzando la disinvoltura sessuale e le disponibilità economiche dell'inesistente cugina. L'uomo, su provvedimento del Gip di Bologna è stato arrestato con l'accusa di atti sessuali con minorenne, anche infra-quattordicenne, prostituzione minorile e pedopornografia.

Centinaia di minori adescati, pedofilo seriale arrestato a Reggio Emilia 08 dicembre 2016


Reggio Emilia, 8 dicembre 2016 - Capelli corti e ‘chiodo’ di pelle, mostrava un volto maschile per avvicinare gli adolescenti davanti alle scuole, nelle parrocchie e nei parchi pubblici. «Mia cugina è molto bella e disinibita – era il senso del suo invito –. Vi paga per stare con lei». Se il ragazzino accettava, lui correva a casa. Trucco, lingerie, tacchi alti: facilitato dai lineamenti delicati, lo stesso volto diventava femminile. Era lui stesso, la ‘cugina’. Usando lo stratagemma della doppia identità, è accusato di aver adescato, in oltre dieci anni, almeno trenta minorenni e di aver abusato di loro, blandendoli con il denaro, centinaia e centinaia di volte. Ma il sospetto degli investigatori è che possano essere centinaia i giovani caduti nella rete.
ELISANDRO Dos Anjos Costa, brasiliano di 40 anni, gettava soldi dalle finestre della sua abitazione, non lontano dal centro storico di Reggio Emilia, ai ragazzini che lo aspettavano giù di sotto, facendo la fila. Minorenni che potevano persino ‘saltarla’, se lui li avesse considerati avvenenti. Selezionava le vittime in base all’aspetto fisico, scartando i ragazzini che, una volta spogliati, non venivano giudicati abbastanza prestanti, il sudamericano arrestato dai carabinieri di Reggio Emilia, al culmine di un’inchiesta coordinata dal magistrato della procura di Bologna, Roberto Ceroni. Un’indagine avviata alcuni mesi fa dopo che un giovane, ora maggiorenne, ha raccontato ciò che aveva subito da ragazzino. L’uomo è stato raggiunto dal provvedimento di misura cautelare in carcere a Ferrara, dove già si trova recluso da mesi, per aver aggredito in luglio, a Reggio Emilia, una madre di tre figli con il coltello, sotto la casa della donna.
Nell’ultima indagine è accusato di prostituzione minorilepornografia minorile atti sessuali con ragazzi anche sotto i quattordici anni. «Mi avevano accompagnato da lui alcuni miei amici – ha raccontato ai carabinieri uno dei giovanissimi, appena tredici anni –. Mi diede dei soldi: quando sono andato via, mi sono sentito sporco». Per i ragazzi il brasiliano spendeva dai 20 ai 30 euro, ma alzava il prezzo anche fino a 200 euro se gli piacevano particolarmente: in tutto, in dieci anni, avrebbe speso centomila euro. Soldi che avrebbe guadagnato prostituendosi di notte e che spendeva di giorno con i ragazzini, che talvolta andavano da lui marinando le lezioni. Non solo: l’uomo filmava di nascosto alcuni rapporti sessuali, talvolta comprava dalle vittime foto e video pedopornografici che gli venivano spediti tramite Whatsapp e Facebook.
IN QUALCHE caso ha postato in rete le immagini. I social netwok per lui erano diventati anche un campo di ricerca, attraverso falsi profili femminili. Mostrandosi vestito da donna, sarebbe arrivato a intrattenersi con intere compagnie di ragazzi, che nei rapporti sessuali, alcuni completi, erano parte attiva. In questo modo riusciva quasi sempre a nascondere la propria identità maschile. Se ciò non succedeva, per comprare oltre al corpo il silenzio, lui alzava il prezzo. E quando spuntava la barba, i ragazzi venivano sostituiti dai più giovani.

Il brasiliano aveva chiesto ospitalità nel nostro Paese perché si diceva discriminato a causa delle sue preferenze sessuali. Matteo Melato della Lega Nord reggiana chiede che il 40enne sia espulso: «Emerge un grave problema sociale e di sicurezza nel dare ospitalità a persone di cui non si sa nulla e che girano per le strade senza crontrollo: non è giusto che i cittadini paghino vitto e alloggio a questa gente».

Pedofilo si veste da donna sul web Adescati decine di minori  ALESSANDRA CODELUPPI 9 dicembre 2016

Nonno pedofilo ha abusato delle due nipotine per anni 8 dicembre 2016




15-year-old girl gang-raped by 6 youths in Indonesia 7 dicembre 2016

15-year-old girl abducted, raped by minor boy 7 dicembre 2016

2 girls gang-raped by 5 in Thailand 7 dicembre 2016


25-year-old woman raped, murdered in Mumbai 7 dicembre 2016


3-year-old girl raped by University student 7 dicembre 2016


Gang rape of teen: 19 arrested 7 dicembre 2016


Gang rape of minor: 3 more students arrested 1 dicembre 2016



Man caught raping a dead body in Delhi 7 DICEMBRE 2016


Colombian Man Arrested For Kidnapping, Rape, Murder Of 7-Year-Old Girl 7 dicembre 2016


Boy brutally gang-raped by 5 afghan teenagers in Sweden 7 dicembre 2016



  • Afghan Refugee Arrested For Rape, Murder Of Top EU Official’s Daughter
  • COPS arrested 34 children aged just 10 or 11 on suspicion of rape and violent offences last year.
    The shocking figures represent nearly half of the 80 primary school-aged kids who were arrested in the West Midlands in 2015

  • TEEN RAPISTS 18 novembre 2016

  • 13-year-old girl gang raped by 5 minors in Maharashtra 6 dicembre 2016


  • 25-year-old raped 4-year-old girl 6 dicembre 2016


  • 3 Marysville teens raped 13-year-old 3 dicembre 2016


  • Cyberbullying Suicides 2 DICEMBRE 2016

    Porn Watching Teens 26 NOVEMBRE 2016

    India, Rape videos on WhatsApp 21 novembre 2016

    Rape videos drive victims to suicide in India 7 novembre 2016


    CHILD RAPISTS 29 30 novembre 2016





    Epidemic Rape of Migrants DECEMBER 3, 2016









    18-year-old assaulted, raped 27-year-old woman 6 dicembre 2016



    13-year-old girl gang raped by six minors in Maharashtra 6 dicembre 2016




    IRAN'S QUR'AN RECITER AND CHILD RAPIST 5 dicembre 2016



    Father and friend raped 12 yer-old daughter 26 novembre 2016


    Father who raped his 5-month-old daughter arrested in Ohio 23 NOVEMBRE 2016

    Stepmother helped her husband rape his 2 children 25 novembre 2016

    Man raped his daughter for 2 years 25 novembre 2016

    Security guard repeatedly raped his minor daughter 24 novembre 2016


    Woman protests rape by setting herself on fire 6 dicembre 2016




    Serial abductor child rapist monster arrested 6 dicembre 2016


    Footbal Sexual Abuse Apocalypse DECEMBER 2, 2016


    Operation DeathEaters 


    #Pizzagate: the Pedophile Ring exposed by Podesta’s Emails NOVEMBER 27, 2016


    Porn Hacking 2 DICEMBRE 2016 


    U.S. Catholic Church Forced To Pay $4 Billion To Child Abuse Victims 7 DICEMBRE 2016


    Anti-Rape Protest 8 6 DICEMBRE 2016


    Rapists Policemen 7 DICEMBRE 2016


    Ti piace?

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Share This

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...